© 2019 Verein Asbestopfer und Angehörige

SUVA o altra assicurazione contro gli infortuni

 

Assicurazione

L'assicurazione contro gli infortuni offre ai dipendenti e agli ex dipendenti prestazioni per infortuni e malattie professionali. Le persone che non sono mai state assunte non hanno diritto diretto alle prestazioni assicurative contro gli infortuni, ma semplicemente diritti derivati (ad esempio, le prestazioni ai superstiti dell'assicuratore contro gli infortuni).

Le malattie da amianto (asbestosi, cancro ai polmoni, mesotelioma pleurico) sono malattie professionali compensative.

Affinché l'assicurazione contro gli infortuni riconosca le prestazioni, la parte lesa deve dimostrare che è probabile che la malattia sia dovuta al contatto professionale con l'amianto (la cosiddetta causalità). Questa prova deve essere fornita sulla vita e sull'anamnesi della persona interessata.

Se viene fornita la prova, esiste il diritto ai seguenti servizi:

1. Costi di guarigione
Se esiste una malattia professionale riconosciuta dall'assicurazione contro gli infortuni, l'assicurazione contro gli infortuni deve sempre coprire i costi del trattamento. Ciò include ricovero in ospedale, visite mediche e terapeutiche, soggiorni in spa, spese mediche e di viaggio relative alla salute. Inoltre, vengono presi in consegna i servizi Spitex prescritti dal punto di vista medico. I costi di guarigione sono per tutta la vita.

2. Perdita di guadagno: indennità giornaliere e pensione
2.1. Indennità giornaliera dell'assicurazione contro gli infortuni
L'assicuratore contro gli infortuni orienta in caso di incapacità lavorativa a causa di malattia professionale, un reddito sostitutivo dallo scoppio della malattia per il momento, le cosiddette indennità giornaliere.
Le indennità giornaliere ammontano all'80% degli ultimi guadagni lordi dall'insorgenza della malattia.
In particolare: se qualcuno guadagna CHF 5'000 lordi al mese prima dell'inizio della malattia, riceverà un'indennità giornaliera mensile di CHF 4'000 .-- in caso di incapacità al lavoro del 100%. Con una minore incapacità lavorativa, l'indennità giornaliera diminuisce di conseguenza.

2.2. Pensione dall'assicurazione infortuni
Se appare un'incapacità permanente totale o parziale per lavoro e non è possibile alcuna cura nel prossimo futuro, l'indennità giornaliera deve essere convertita in una pensione mensile, che - con una disabilità del 100% - equivale nuovamente all'80% delle entrate assicurate. (Pensione d'invalidità dell'assicurazione contro gli infortuni, da non confondere con la pensione d'invalidità della IV)
La pensione di invalidità dell'assicurazione contro gli infortuni è versata a vita, oltre l'età pensionabile.

Se si verifica un peggioramento dello stato di salute, la pensione può essere adeguata fino all'età dell'AVS (cosiddetta revisione).

3. Menomazione dell'integrità
("indennità" di sicurezza sociale)
Al momento delle dimissioni ("nessuna cura nel prossimo futuro"), l'assicuratore contro gli infortuni deve versare un risarcimento di integrità alla persona interessata in caso di perdita permanente. Nei pazienti con amianto questo è probabilmente il caso.

L'integrity Compensation è una sorta di "indennizzo per l'assicurazione sociale".
Il risarcimento dell'integrità sarà calcolato come percentuale dello stesso importo, indipendentemente dal reddito ottenuto. L'importo fisso è denominato "reddito assicurato massimo".
Dal 1 ° gennaio 1991 al 31 dicembre 1999, questa somma ammontava a CHF 97.200, a partire dal 1 gennaio 2000 era di CHF 106'800 e dal 1 gennaio 2008 era fissata a CHF 126'000 .-- aumentato. Dal 1 ° gennaio 2016, ci sono oggi Fr. 148'200 .--. Il fattore decisivo per il calcolo è il momento dell'insorgenza della malattia professionale. L'importo massimo della retribuzione assicurata nell'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni è importante anche per altre filiali di sicurezza sociale. Il limite superiore non si applica solo all'assicurazione contro gli infortuni, ma è anche determinante per determinare i contributi e le prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione e per l'importo dell'indennità giornaliera dell'assicurazione d'invalidità.

La percentuale è determinata secondo la tabella fornita dalla SUVA 10.2.

La tabella esprime un intervallo del 5-80% dell'importo della compensazione. La valutazione basata sul singolo caso viene effettuata secondo il criterio della "funzionalità polmonare compromessa". Se la funzione polmonare viene ridotta del 50%, si ottiene una compensazione dell'integrità di circa il 25%, il che significa, secondo gli approcci validi oggi, una compensazione di CHF 37'050.

Se si verifica un deterioramento, l'indennità di integrità sarà adattata su richiesta della nuova situazione.
Per un mesotelioma pleurico, è possibile richiedere l'indennità di integrità massima dell'80%, secondo le tariffe odierne Fr. 118'560 .-- (80% di Fr. 148'200 .--). Il risarcimento dell'integrità è corrisposto all'interessato. Se questo muore prima che il risarcimento venga pagato, rientra nell'eredità.
Pertanto, gli eredi delle vittime di amianto decedute possono successivamente richiedere l'allineamento della compensazione di integrità all'eredità.

 

Il 1 ° gennaio 2017 è entrata in vigore la revisione della legge sull'assicurazione infortuni (UVG) e l'ordinanza associata (UVV). Di grande importanza è il nuovo paragrafo 5 di

Art. 36 UVV. Nel caso di assicurati che soffrono di una malattia professionale sotto forma di mesotelioma correlato all'amianto, il diritto a un'indennità di integrità si ripresenta al momento della diagnosi e non al momento della determinazione della pensione. Poiché le malattie legate all'amianto si verificano spesso solo in età pensionabile e portano rapidamente alla morte, la revisione UVG prevede un regolamento speciale per questi casi. Pertanto, la grande sofferenza e il destino delle persone colpite, almeno finanziariamente, hanno compensato durante la loro vita.



Un caso attuale dalla pratica:
I discendenti italiani di un lavoratore affetto da un mesotelioma pleurico e deceduto in Italia, che precedentemente lavorava in Svizzera, hanno chiesto alla SUVA di pagare la compensazione di integrità alla proprietà. La SUVA ha respinto la richiesta.
Il tribunale assicurativo cantonale ha accolto i denuncianti e assegnato l'80% di indennità di integrità a favore della proprietà, retroattivamente alla data di 2 anni prima della morte. La SUVA ricorda il verdetto della corte. Con decisione del 4 aprile 2002, il tribunale federale delle assicurazioni ha affermato che, in linea di principio, esiste una richiesta di risarcimento dell'integrità, sebbene il tempo per l'orientamento del tribunale cantonale non sia stato sufficientemente definito. La procedura fu respinta dall'autorità cantonale, per determinare, da cui non esisteva più alcuna speranza concreta di cura.

4. Indennità di impotenza dall'assicurazione infortuni
I malati sono, è una cosiddetta impotenza, oltre al risarcimento dell'impotenza della pensione. La compensazione dell'impotenza è classificata, per impotenza lieve, moderata e grave. I rispettivi importi sono a loro volta indipendenti dai guadagni della persona interessata.
Se e fino a che punto esiste l'impotenza è determinato da una valutazione di quali attività quotidiane sono ancora possibili per il paziente (ad esempio, "preparare il cibo", "vestirsi", "andare in bagno", ecc.).

5. Pensioni di reversibilità
Finché la persona malata vive, sua moglie e i suoi figli non ricevono alcuna prestazione pensionistica aggiuntiva dall'assicurazione contro gli infortuni. Se la persona muore per le conseguenze della malattia professionale, il coniuge e i figli di età inferiore ai diciotto anni hanno diritto a una pensione di reversibilità dell'assicurazione contro gli infortuni.

La pensione di reversibilità per le vedove è pari al 40% dell'importo della pensione versato o da versare al defunto, e al 15% per i figli (mezzofagi). Le pensioni del superstite insieme non devono superare il 70% della pensione da versare al defunto.


Da bambini, sono considerati discendenti adulti nell'istruzione, fino all'età di 25 anni.

Assicurazione invalidità
 

Leistungen aus der Invalidenversicherung

1. Pensione di invalidità dal IV
L'assicurazione invalidità concede una pensione di invalidità superiore al 40%, metà di oltre il 50%, di oltre il 60% di una pensione di tre quarti e di oltre il 70% di una pensione di invalidità intera. Se il grado di invalidità è inferiore al 40%, non vi è alcun diritto a una pensione.
Per le prestazioni di assicurazione per invalidità, non è una condizione che le persone interessate fossero dipendenti. Pertanto, le prestazioni dell'assicurazione invalidità devono essere pagate anche alle vittime dell'amianto che non sono state contaminate dall'occupazione (ad esempio, residenti nelle fabbriche di immissione, persone che sono venute a contatto con l'amianto nel loro lavoro o hobby).

All'incontro dei servizi dell'assicuratore contro gli infortuni (SUVA) con quelli del IV c'è un cosiddetto coordinamento, in modo che non risulti una sovracompensazione dei pazienti. Quando la pensione IV soddisfa la pensione SUVA, il limite di coordinamento è pari al 90% delle entrate precedenti. Le prestazioni dell'assicuratore contro gli infortuni saranno ridotte di conseguenza.


L'importo delle prestazioni IV dipende in linea di principio dai contributi AVS versati finora.

Il IV paga le pensioni solo condizionatamente all'estero. Per i cittadini dell'UE, l'accordo bilaterale è in vigore dall'1.6.2002. In base a ciò, a condizione che un lavoratore in diversi paesi dell'UE abbia versato periodi di contribuzione, ogni singola assicurazione per invalidità deve concedere una pensione parziale, secondo il suo concetto di invalidità.
Per i cittadini di altri Stati, la richiesta si basa sulla questione se esiste un trattato internazionale (accordo di sicurezza sociale) con questo paese.

Esempio:
Un italiano lavora in Svizzera, esponendosi all'esposizione all'amianto. Torna in Italia e continua a lavorare lì. Dopo un periodo di latenza di 15 anni, scoppia un lesothelioma pleurico in Italia. Secondo i termini dell'accordo bilaterale, sia l'assicurazione svizzera che la disabilità italiana devono pagare una pensione IV, a seconda dei periodi di contribuzione versati in ciascun paese.

2. Indennità di impotenza da IV
Il malato è, c'è una cosiddetta impotenza e non è allineata l'indennità di impotenza dell'assicurazione contro gli infortuni, oltre alla compensazione di impotenza della pensione. La compensazione dell'impotenza è classificata, per impotenza lieve, moderata e grave.
Se e fino a che punto sia presente l'impotenza, come nell'assicurazione contro gli infortuni, sulla base di una valutazione di quali attività quotidiane sono ancora possibili per il paziente, determinate (ad esempio "preparare il cibo", "vestirsi", "servizi igienici", ecc.).

Superstiti
 

Vantaggi dell'assicurazione per i superstiti

Morte di un Beneficiario di una pensione IV, la vedova e i figli di età inferiore ai 18 anni hanno diritto a una pensione di reversibilità. Anche qui vale per i bambini che seguono un'istruzione, il limite di età è aumentato a 25 anni.

Quando i benefici per i superstiti dell'assicurazione per i superstiti e dell'assicurazione contro gli infortuni coincidono, il coordinamento ha luogo per evitare una sovracompensazione.

Fondo pensione
 

Benefici dal fondo pensione

1. Pensioni di invalidità della Cassa pensione
La Cassa pensione assicura anche il rischio di invalidità ai sensi della LPP. Nel caso dei malati di amianto, esiste in linea di principio anche il diritto alle pensioni di invalidità della Cassa pensione, nonché a quelle dell'assicurazione contro gli infortuni e l'invalidità. Ancora una volta, vi è un coordinamento con i benefici degli altri assicuratori sociali, in modo che non si verifichi una sovracompensazione.
Di norma, la Cassa pensione assume il grado di invalidità determinato dall'assicurazione per invalidità. Tuttavia, per legge, una pensione sarà pagata solo dalla disabilità del 50% (non una pensione di un quarto). Tuttavia, le disposizioni dei regolamenti, che sono indispensabili per ogni singolo reclamo, prevedono spesso uno stipendio del 25% o più.
Non è necessario per i crediti del fondo pensione che i malati di amianto lavorassero nell'impianto di trasformazione dell'amianto. È sufficiente che fossero coperti da fondi pensione al momento della malattia.

2. Prestazioni per superstiti della Cassa pensione
Se una vittima dell'amianto muore, i sopravvissuti, in particolare moglie e figli, hanno diritto alle prestazioni per i superstiti. Anche in questo caso, i bambini di età inferiore ai 18 anni che seguono un corso di formazione hanno diritto a un periodo fino a 25 anni.
Il coordinamento è inoltre pianificato in modo tale che non venga corrisposto alcun indennizzo quando vengono soddisfatte le prestazioni degli altri assicuratori sociali.

Assicurazione complementare e privata
 

Benefici dell'assicurazione integrativa e privata

Oltre alle prestazioni obbligatorie di assicurazione sociale, una persona può essere assicurata su base facoltativa, sia tramite il datore di lavoro che attraverso contratti di assicurazione privati.
Attenzione: con tutte queste assicurazioni si applicano periodi di prescrizione molto brevi (di norma: 2 anni dopo il verificarsi del danno)!

I. Assicurazione contro gli infortuni
Molti datori di lavoro concludono la cosiddetta assicurazione complementare per estendere la copertura assicurativa obbligatoria.
Queste assicurazioni complementari possono coprire sia le spese mediche non soddisfatte sia le prestazioni di inabilità dall'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni. Inoltre, sono possibili pagamenti in conto capitale per invalidità sostenuta, oltre all'indennità di integrità.
Le rispettive prestazioni assicurate derivano dalle condizioni generali di assicurazione (GCI) e dal contratto assicurativo specifico concluso dal datore di lavoro. Al fine di ottenere prestazioni, è necessario ottenere informazioni dal datore di lavoro o, se noto, dalla compagnia assicurativa interessata sull'esistenza e sulla portata di un'assicurazione integrativa.
I benefici di queste assicurazioni non sono di solito coordinati con i fondi di sicurezza sociale: in altre parole, le prestazioni possono essere ottenute in aggiunta alle prestazioni di sicurezza sociale.

II. Perdita di guadagno o assicurazione sulla vita


1. Generalmente
Si tratta di polizze assicurative private stipulate dalle rispettive persone. Le prestazioni assicurate sono definite conformemente alla polizza e alle condizioni generali di assicurazione. I vantaggi usuali sono: esenzione dai premi in base a incapacità, pensioni, capitale di invalidità.
In ogni caso è necessario verificare se tale assicurazione non è disponibile.

2. Sottotipo: assicurazione complementare dell'assicurazione malattia
Oltre all'assicurazione sanitaria obbligatoria, molti assicuratori sanitari offrono la cosiddetta assicurazione complementare facoltativa. Tra l'altro, è possibile concordare una disabilità per infortunio, una disabilità per malattia e / o un capitale di indennità in caso di morte, sempre conformemente alle condizioni generali di assicurazione.
I malati o i sopravvissuti all'amianto dovrebbero verificare l'esistenza di tale assicurazione.